Il tempo, la memoria


Educazione Fisica
novembre 20, 2007, 1:58 pm
Filed under: Percorsi didattici, scienze motorie

 Percorso didattico:

OBIETTIVI COGNITIVI E FORMATIVI

  • capacità condizionali e capacità coordinative
  • la capacità di ritmizzazione
  • lo sport durante la storia
  • conoscere e praticare alcune discipline Olimpiche dell’atletica

PRIMA LEZIONE
 le capacità condizionali
1. forza
2. resistenza
3. rapidità
 le capacità coordinative generali e speciali
1. la capacità di ritmizzazione accenni teorici e pratici

SECONDA LEZIONE
 lo sport durante la storia
1. la storia dei Giochi Olimpici
2. le origini del gioco del calcio

TERZA LEZIONE
 provare praticamente in palestra (o al campo d’atletica)
1. il salto in lungo
2. il salto in alto
3. i 100 metri piani
…………………………………………………



Italiano
novembre 20, 2007, 1:55 pm
Filed under: lettere, Percorsi didattici

Percorso tematico:

benni

La tematica proposta sarà articolata in tre sezioni spesso sovrapponibili tra loro e che lungi dall’essere considerate come rigidi schemi entro i quali inquadrare il tutto sono da prendersi come meri spunti esemplificativi della complessità della tematica proposta e, pertanto, intendono fornire agli studenti informazioni per meglio orientarsi all’interno di spazi agili nei quali potersi muovere relativamente alla problematica in questione così come rappresentata da diversi autori lontani tra loro.

OBIETTIVI COGNITIVI E FORMATIVI:

  • analizzare il concetto di tempo e i diversi valori ad esso attribuito nel corso dei secoli: il tempo della storia (ts), il tempo della narrazione (tn), il tempo come sistema verbale, il tempo come metafora della vita
  • capacità di leggere ed comprendere testi in poesia e in prosa individuandone i principali nuclei tematici
  • riconoscere all’interno del testo poetico l’aspetto metrico-strutturale, le forme della poesia lirica, l’aspetto retorico-stilistico, temi, simboli e il tipo di messaggi in esso contenuto
  • confrontare i testi letterari di diversi autori che trattano la stessa tematica sapendo coglierne analogie e differenze
  • capacità di cogliere il messaggio principale di un testo sapendo riformularlo in modo coerente, chiaro e corretto
  • sviluppare la propria capacità critica
  • capacità di individuare e analizzare in diversi linguaggi quali l’arte, il cinema, la musica la presenza di argomenti e temi evidenziati nei testi letterari proposti.

Prima lezione
Il tempo nella lirica classico-moderna
Il tempo inteso come “attimo fuggente”:
Verranno letti, spiegati e commentati i seguenti componimenti poetici:
• Catullo, carme 5 “ Godiamoci la vita”
• Orazio, Carm. 1, 11 “Cogli l’attimo”
• Petrarca, Canzoniere, “Si è debile il filo a cui s’attende”
• Lorenzo il Magnifico, dai Canti carnascialeschi, “Il trionfo di Bacco e Arianna”
• Tasso, l’Aminta, coro, atto I vv. 1-68, L’età dell’oro
• Leopardi, A Silvia

Seconda lezione
Il tempo come rievocazione nostalgica del passato tra Otto e Novecento
Si proporranno i seguenti componimenti poetici:

• Carducci da Rime nuove, Idillio maremmano
• Pascoli da I Canti di Castelvecchio,Casa mia
• Montale da “Le occasioni”, La casa dei doganieri
• Quasimodo da “Acque e terre”,  Ed è subito sera
• Penna, in Poesia, Il mio amore

Terza lezione
Il tempo come risveglio di coscienza
Si leggeranno e analizzeranno  seguenti passi antologici
• Manzoni, Promessi Sposi, cap. XXI La notte insonne dell’Innominato
(…il tempo mi si affacciò davanti voto d’ogni intento…)
• Verga, Mastro Don Gesualdo, cap. V  (…passava il tempo a contare le tegole dirimpetto, a calcolare con l’amore e la sollecitudine del suo antico mestiere quel che erano costare le finestre, i pilastri…)
• Proust, Alla ricerca del tempo perduto, Giardini in una tazza di tè (… toccherà mai la superficie della mia piena coscienza quel ricordo, l’attimo antico che l’attrazione d’un attimo identico è venuta così di lontano a richiamare, a commuovere, a sollevare nel più profondo di me stesso? …)
• Cechov, Il giardino dei ciliegi, atto II ( LOPACHIN:…bisogna decidere una buona volta il tempo stringe…)
• Benni, in L’ultima lacrima, L’uomo puntuale (…E il nostro tempo quaggiù ha tempi così piccoli e miserabili che nessuno li rispetta, solo macchine, forse,e, i palinsesti televisivi)
Gli alunni inoltre saranno invitati a pubblicare sul blog ogni tipo di brano o altro genere di materiale che riguardi questa tematica anche sulla base delle loro conoscenze pregresse.

…………………………………………………



Storia dell’arte
novembre 20, 2007, 12:00 am
Filed under: Percorsi didattici, storia dell'arte

Percorso tematico:

boetti

 

Il progetto articolato in tre lezioni è da ritenersi un insieme di imput organizzato attorno al tema, e supportato da una serie di strumenti (cartacei e multimediali) atti a far riflettere sulla nozione di Tempo e di Memoria applicati all’arte: le rappresentazioni e l’ispirazione che gli artisti di ieri e di oggi ne hanno tratto.
 
OBIETTIVI COGNITIVI E FORMATIVI:

  • analizzare e comprendere il concetto di tempo e le arti figurative nel corso dei secoli
  • analizzare e comprendere il concetto di tempo nell’arte di oggi
  • assimilare nozioni di restauro dell’opera d’arte
  • comprendere il valore della storia e della memoria legato all’arte
  • sviluppare la propria capacità critica
  • saper riorganizzare autonomamente i contenuti

Prima lezione

1 Passato contro presente: Il tempo come spunto critico, Artempo
2 L’artista al tempo di Internet

–  Strumenti
   a Mostre: Artempo, Skira Editore 2007
   b Mostre: Timer, Skira Editore 2007, Mark Rothko Skira Editore 2007.

Seconda lezione

3 La memoria e l’arte nella cultura occidentale
4 Il tempo e l’opera d’arte: il restauro

 –  Strumenti
  a La rete delle immagini, Einaudi 2002, La stanza della memoria. Modelli letterali e iconografici  nell’età della stampa, Einaudi 1995, Lina Bolzoni
  b La carta del restauro

Terza lezione
 
5 Tematiche: come gli artisti, dal passato a oggi, abbiano interpretato la nozione di tempo

    – Iconografia: Chronos e Vanitas, le quattro stagioni, le età dell’uomo (cenni)
    – La memoria della storia: lo storicismo ottocentesco (cenni)
    – Percorsi: Tempo e artisti contemporanei
             Con- tempo: Alighiero Boetti che scompone i numeri di un calendario per ricomporli nell’anno si appartenenza; Leo Zogmayer che disegna un orologio la cui marca è la parola ”jetzt” (adesso); Gonzales-Torres che avvicina due orologi perfettamente identici e li intitola in modo assolutamente romantico e omologo “Perfect Lovers”; Erwin Wurm che compone un diario settimanale per poter ingrassare e passare dalla taglia 50 alla 54; Giulio Paolini che ci fa fare uno scatto nel passato identificando lo spettatore in Lorenzo Lotto così come la Sibilla Cumana ci predice un futuro ancora da venire; Joseph Beuys, che si fece rinchiudere per quaranta giorni in uno spazio chiuso in una galleria di Soho con l’unico essere vivente con cui riteneva di poter dialogare in America: il coyote. O Yumi Karasumaru che ci racconta del Giappone mitico o dilaniato dalla bomba nucleare in performance dal rituale codificato delle geishe nei secoli passati.

            Senza tempo:
a Fontana e Burrri
b Michelangelo Antonioni e Mark Rothko

–  Strumenti
   a Chronos. Il tempo nell’arte dall’epoca barocca all’età contemporanea, Edizioni Marcovaldo 2005.
   b Sito della Fondazione Burri di Città di Castello 
   c Burri e Fontana 1949-68, Skira Editore 1996
   d Film Al di là delle nuvole di Michelangelo Antonioni
   e Mostre: Mark Rothko Skira Editore 2007.
 
 
…………………………………………………